Prima visita dal nutrizionista

Updated: Mar 28

In questo articolo vedremo come è strutturata e in che cosa consiste la prima visita dal nutrizionista.



Il primo incontro con il #nutrizionista ha l’obiettivo di eseguire una completa valutazione del soggetto per poi poter elaborare un piano alimentare personalizzato, ha una durata complessiva di circa 60 minuti strutturati nei seguenti step:


Anamnesi:

  • un'anamnesi alimentare del soggetto mirata a stimare il suo introito calorico, le sue #abitudinialimentari e il suo stile di vita;

  • un'anamnesi ponderale, ovvero una raccolta di informazione sulla storia del peso del paziente nel corso della sua vita e anche su eventuali approcci dietetici pregressi;

  • un'anamnesi patologica del paziente, ossia una valutazione sull'eventuale presenza di patologie e un'indagine familiare, al fine di individuare, qualora siano presenti, patologie ereditarie e cercare ove possibile di prevenirle con l'alimentazione;

Valutazione dello stato nutrizionale:

  • una #valutazionedellostatonutrizionale, attraverso il rilevamento di misure antropometriche quali peso, altezza, circonferenze corporeree e del grasso sottocutaneo attraverso plicometria e BIA;

  • #stimadelmetabolismobasale e del fabbisogno energetico giornaliero;

  • discussione sugli obiettivi che il paziente intende raggiungere e su eventuali indicazioni fornite al fine di impostare un programma alimentare che sia il più possibile sostenibile dal paziente in base alle sue esigenze di vita e lavorative.


Al primo incontro con il nutrizionista è opportuno portare con sé:

  • una copia delle analisi del sangue, possibilmente recenti;

  • referto di diagnosi di patologie accertate eventualmente presenti.


Consegna del piano alimentare personalizzato:


La consegna del #PianoNutrizionalePersonalizzato avviene dopo pochi giorni dalla prima visita e potrà essere consegnato a mano, in un secondo incontro del tutto gratuito nel quale il nutrizionista analizzerà il piano con il paziente e gli fornirà tutte le indicazioni necessarie per poter iniziare il nuovo percorso alimentare, oppure tramite l'invio di una mail in cui saranno presenti il piano nutrizionale e tutte le indicazioni necessarie a cui potrà seguire anche una chiamata da parte del paziente in caso di ulteriori dubbi.

I controlli: durata, frequenza e loro importanza nel percorso nutrizionale


I controlli hanno una durata complessiva che va dai 30 ai 40 minuti, mentre la loro frequenza viene stabilita dal nutrizionista in base al caso in esame ed esigenze e richieste del paziente.

Ad ogni controllo verrà analizzato l'andamento del percorso nutrizionale del paziente attraverso la valutazione delle sue misure antropometriche (peso, circonferenze e pliche corporee) ed in base ai risultati ottenuti il nutrizionista valuterà se necessario apportare modifiche o continuare sulla stessa linea di azione.


Inoltre la regolarità degli incontri con il nutrizionista è di fondamentale importanza per chi intraprende un nuovo percorso alimentare in quanto non solo fornirà al paziente un valido supporto pratico con dei consigli e suggerimenti che lo aiuteranno ad affrontare al meglio la quotidianità, ma gli verrà garantito anche un valido sostegno psicologico, dandogli la giusta carica e motivazione.

A chi è rivolta la figura del biologo nutrizionista?

Inoltre un personale invito ad un semplice consulto va a tutti, anche coloro che non rientrano in queste categorie, in quanto lo scopo del #nutrizionista non è solo quello di risolvere problematiche ma soprattutto è quello di prevenirle insegnando a fare scelte consapevoli e salutari puntando così al raggiungimento di uno stato di benessere psico-fisico.




A presto.

La tua nutrizionista


Dott.ssa Marisa Troiani


Contattami per prenotare la tua prima visita:

mail: marisatroiani94@gmail.com

Tel. +39 388 633 7460